Il vitigno Pecorino è un autoctono delle Marchea bacca bianca. Le sue origini sono antiche anche se si sa molto poco delle sue origini. È diffuso soprattutto nella zona del Picenoe il suo nome particolare deriva dal fatto che quella terre era dedita in particolare alla pastorizia. Il vitigno Pecorino è di recente riscoperta, essendo nel passato stato relegato in territori sempre più ristretti a causa della ridotta produttività. Soltanto di recente, l’impegno di alcuni produttori lungimiranti hanno permesso di ottenere degli ottimi rislutati vinificandolo in purezza ed ottenendo dei vini di notevole struttura ed intensità.

Colore bacca: Bianca

Regione: Abruzzo

Caratteristiche varietali:
• Foglia: medio-piccola, orbicolare, intera o trilobata
• Grappolo: medio, cilindrico o cilindro-conico, talvolta alato, semi-serrato o semi-spargolo
• Acino: medio-piccolo-sferico Buccia: mediamente pruinosa, di colore giallo, a volte con screaziature marroni

Caratteristiche vino: Il vitigno Pecorino dà un vino di colore giallo paglierino, con riflessi verdolini. I profumi sono tipici della frutta tropicale e di fiori bianchi, ginestra, acacie e gelsomino. Fine e di buona persistenza.

Denominazioni in cui il vitigno è presente:

DOC
Abruzzo:

  • Abruzzo DOC
  • Controguerra DOC
  • Terre Tollesi o Tullum DOC

Marche:

  • Colli Maceratesi DOC
  • Falerio DOC

DOCG
Marche:

  • Offida DOCG

IGT
Abruzzo:

  • Colli Aprutini IGT
  • Colli del Sangro IGT
  • Colline Frentane IGT
  • Colline Pescaresi IGT
  • Colline Teatine IGT
  • del Vastese o Histonium IGT
  • Terre Aquilane o dell’Aquila IGT
  • Terre di Chieti IGT