Il vitigno Passerina prende il nome dalle piccole dimensioni degli acini e dal fatto che i passeri mangiassero le sue uve data la polpa particolarmente gustosa.  Diffuso nelle Marche, nella zona del Piceno, in Abruzzo, in Emilia Romagnae nel Lazio, quasi esclusivamente in provincia di Frosinone.

Colore bacca: Bianca

Regione: Abruzzo

Caratteristiche varietali:
• Foglia: media, pentagonale, pentalobata
• Grappolo: medio-grande, piramidale o conico, di media compattezza o quasi spargolo, a volte alato
• Acino: sferoidale, uniforme Buccia pruinosa, spessa, consistente, di colore giallo Caratteristiche produzione: Il vitigno Passerina ha vigoria elevata ed epoca di maturazione tardiva.

Caratteristiche vino: Il vitigno Passerina dà un vino di colore giallo paglierino con riflessi dorati. Al noso è fruttato con note di frutta tropicale e floreale con note di ginestra, pieno ed asciutto. Dotato di buona acidità, si presta sia alla spumantizzazione che all’appassimento.

Denominazioni in cui il vitigno è presente:

DOC
Abruzzo:

  • Abruzzo DOC
  • Controguerra DOC
  • Controguerra DOC
  • Terre Tollesi o Tullum DOC

Marche:

  • Falerio DOC
  • Terre di Offida DOC

DOCG
Marche:

  • Offida DOCG

IGT
Lazio:

  • Anagni IGT – Colli Cimini IGT – Frusinate o del Frusinate IGT – Lazio IGT

Abruzzo:

  • Colli Aprutini IGT
  • Colli del Sangro IGT
  • Colline Frentane IGT
  • Colline Pescaresi IGT
  • Colline Teatine IGT
  • del Vastese o Histonium IGT
  • Terre Aquilane o dell’Aquila IGT
  • Terre di Chieti IGT Marche: – Marche IGT