Il vitigno Falanghina deriva probabilmente da antichi ceppi greco-balcanici e sembra dovere il suo nome al suo portamento espanso, per cui tradizionalmente veniva legata a pali di sostegno detti “falanga”, da cui Falanghina,  ossia “vite sorretta da pali”. Il vitigno Falanghina era quasi stato abbandonato durante i secoli poi, essendo uno dei vitigni non attaccati dalla fillossera, è stato rivalutato e spesso viene allevato su piede franco. La sua coltivazione si estende su un’area pari al 5% dell’intera superficie vitata della regione Campania. Le zone a maggiore vocazione sono il Sannio BeneventanoCampi Flegreie la zona del Casertano.Rappresenta il vitigno base di molti vini di pregio della regione Campania: le tipologie monovitigno dei vini DOC Guardiolo, Sant’Agata dei Goti (anche passito), Sannio, Solopaca e Taburno,e la tipologia bianco del DOC Il Falanghina è utilizzato anche per la produzione di vini spumanti a denominazione di origine (Solopaca, Guardiolo, Sannio e Taburno).

Colore bacca: Bianca

Regione: Campania

Caratteristiche varietali:
• Foglia: media o piccola, cuneiforme, raramente orbicolare, trilobata e meno spesso pentalobata.
• Grappolo: lungo o medio, di media grandezza e compatto, cilindrico o conico, con un’ala corta.
• Acino: medio, sferoide, regolare Buccia: spessa e consistente, di colore grigio-giallastro, con buona presenza di pruina.

Caratteristiche vino: Il vino prodotto con uve Falanghina ha un colore bianco paglierino, con riflessi verdognoli, un profumo gradevole, fruttato, sapore asciutto, fresco, vellutato, leggermente acidulo ma sempre delicato e speciale: pur variando la natura dei terreni ed il clima i vini mantengono sempre le migliori qualità organolettiche.

Denominazioni in cui il vitigno è presente:

DOC
Campania:

  • Campi Flegrei DOC
  • Capri DOC – Costa d’Amalfi DOC
  • Falanghina del Sannio DOC
  • Falerno del Massico DOC
  • Galluccio DOC – Irpinia DOC
  • Penisola Sorrentina DOC
  • Sannio DOC
  • Vesuvio DOC

Molise:

  • Molise o del Molise DOC

Puglia:

  • San Severo DOC

Abruzzo:

  • Terre Tollesi o Tullum DOC

IGT
Basilicata:

  • Basilicata IGT

Campania:

  • Benevento o Beneventano IGT
  • Campania IGT
  • Colli di Salerno IGT
  • Dugenta IGT
  • Epomeo IGT
  • Paestum IGT
  • Pompeiano IGT
  • Roccamorfina IGT
  • Terre del Volturno IGT

Abruzzo:

  • Colli Aprutini IGT
  • Colli del Sangro IGT
  • Colline Frentane IGT
  • Colline Pescaresi IGT
  • Colline Teatine IGT
  • del Vastese o Histonium IGT
  • Terre Aquilane o dell’Aquila IGT
  • Terre di Chieti IGT

Puglia:

  • Daunia IGT
  • Murgia IGT
  • Puglia IGT
  • Salento IGT
  • Tarantino IGT
  • Valle d’Itria IGT