Falerio DOP


Nome di epoca romana: la DOC dall'antica città Faleria nota come Falerone. Le prime traccie di questo vino risalgono al 1596. ll riconoscimento arriva nel 1975 con l’entrata del Falerio dei Colli Ascolani tra le DOC italiane. Nel 1997 modificata con l’entrata negli uvaggi di due vitigni storici ed importanti come la Passerina ed il Pecorino. 

 

Il vitigno: Negli uvaggi del Falerio dei Colli Ascolani possono concorrere Trebbiano toscano al 20-50%, Passerina al 10-30%, Pecorino al 10-30% , più altri a bacca bianca ammessi alla coltivazione all’interno della Regione Marche.

Le zone di produzione: Il Falerio dei Colli Ascolani viene prodotto in tutto il territorio della provincia di Ascoli Piceno con esclusione dei vigneti coltivati sopra i 700 metri s.l.m.

Proprietà organolettiche: Leggermente acidulo, secco e sapido il Falerio dei Colli Ascolani è un vino che gode di buona beva. Nel bicchiere si presenta giallo paglierino tenue , dai riflessi verdolini , trasparente quasi cristallino. Gradevole dal punto di vista olfattivo, con profumi tenui che ricordano molto le mele verdi non mature e fiori di prato. Nei vini in cui la Passerina è in percentuale maggiore si sente di più l’aromaticità del vitigno a scapito della freschezza .

Abbinamenti: Grazie alla sua freschezza il Falerio dei Colli Ascolani è un ottimo aperitivo , da abbinare con molluschi, crostacei, antipasti a base di pesce e con le locali olive all’ascolana. Se la vendemmia non è stata eccessivamente precoce, la morbidezza permette di accompagnare il Falerio dei Colli Ascolani anche con animali di bassa corte cucinati on cotture leggere. Generalmente da consumare entro il primo anno di vita.

Come servirlo: Il Falerio dei Colli Ascolani va servito in bicchieri a tulipano svasati alla temperatura di 8-10°C.

 

 

Le terre del Falerio dei Colli Ascolani: 

  • Ascoli Piceno
  • Offida
  • Castignano 
  • Comunanza
  • Falerone
  • Cossignano
  • Venarotta
  • Castel di Lama 
  • Appignano del Tronto

 

Vini Bag in Box

Grappoli Selezione, Vino di qualità in un contenitore innovativo, il Bag in Box, che conserva le qualità organolettiche del prodotto anche dopo diverso tempo dall’apertura. Vini tipici di varie regioni italiane (igt o doc) per andare incontro alla sempre maggiore esigenza del consumatore. Grappoli Selezione, solo vini di qualità non omologati nel gusto.